Come NON essere primi su Google

…veramente io vorrei proprio essere prim@!

Se stai usando il condizionale allora significa che non sei prim@, e magari i risultati legati al tuo sito non sono in prima pagina, e nemmeno in seconda, in terza…

Allora penso proprio che dovresti farti alcune domande.
Ma partiamo dalla prima, ipotizzando che la tua sia una attività nuova.

Valuteremo anche il caso di attività già avviate nel dettaglio in altri articoli.


Il tuo è un nuovo brand?

Se hai appena lanciato il tuo sito nella galassia di internet allora sai bene che sei un@ fra i tantissimi, ma forse non sai che Google per indicizzare un sito ci mette relativamente poco, sempre che tu abbia caricato ed inviato la sitemap, ma essere i primi è tutt’altra storia…

Intanto dimmi, perchè Google dovrebbe scegliere proprio il tuo sito, e quindi anche il tuo brand per metterlo in prima pagina? E soprattutto con quali criteri Google decide il posizionamento di un sito?

Qui entrano in gioco moltissimi fattori, alcuni dipendono direttamente ad esempio dai tuoi investimenti, hai mai notato quando fai una ricerca che ci sono alcuni siti dove l’url è preceduto dalla parola Annuncio o Ann.?

Ecco, per spiegartela in modo semplice ti dico che i proprietari di quei siti pagano google per risultare fra i primi risultati a seconda delle parole chiave ricercate.

Te l’ho fatta molto semplice, sappi che c’è un mondo intero dietro.

Ma ci sono anche siti che sono in prima pagina e si sono conquistati la posizione senza pagare.

Ma come si fa?

Ci sono molte attività che possono favorire il tuo posizionamento nella ricerca organica, quindi quella non a pagamento. Posizionarsi prevede un lavoro e una pianificazione molto lunga, e ci sono molte cose che puoi fare per favorirla.

Ti voglio lasciare uno spunto su quello che puoi fare, poi approfondirò l’argomento in un altro articolo comunque sappi che per incrementare la ricerca organica legata al tuo sito dovresti:

  • creare contenuti di qualità, che informano e di interesse pubblico
  • pubblicare spesso nuovi contenuti che rendono il sito vivo, puoi farlo attraverso la sezione news ad esempio
  • ricorda sempre che i contenuti originali vengono premiati, i contenuti duplicati ti porteranno invece nell’oblio… a google non piacciono proprio
  • un altro fattore è “l’anzianità del dominio” e per questa ci vuole solo il tempo…
  • avere siti con un alto valore relativo alla domain authority che linkano al nostro – ti spiegherò poi di cosa sto parlando

Quindi riassumendo il tutto le regole d’oro sono:

  • pianificazione, meglio un paio di articoli ogni mese che pubblicarne dieci il primo mese e poi nulla per molto tempo
  • costanza e qui torniamo al primo punto, pianificazione e costanza devono viaggiare a braccetto
  • pazienza è qui sono dolori… non è facile ma i risultati arrivano, anche se ci può volere molto tempo, non perdere la fiducia e pubblica anche quando il tuo sito ha visite pari a zero, i visitatori arriveranno prima o poi e vedranno che sei attiv@ da molto e troveranno ricchezza nel tuo sito (torneranno e chissà magari ti contatteranno per qualche lavoro)

Conoscevi già questi argomenti?


Se vuoi lanciare il tuo sito (e il tuo business) online devi tenerne conto.

Non sai come fare e vorresti parlarne con me?