Buoni propositi dell’anno nuovo

Confessioni di una web designer appassionata…

Come dicevo nel mio articolo precedente ho appena festeggiato il mio primo anno di attività da web designer freelance e sono sopravvissuta.


Ho imparato tante cose e affrontato situazioni nuove…


Ma facciamo un passo indietro. Mi dedico alla grafica e webdesign ormai da poco meno di 25 anni… P.S. ho iniziato presto! Comunque, dopo tutto questo tempo continuo ad amare questo lavoro, se possibile anche di più ora che sono freelance.

Penso che la chiave di tutto si proprio questa, fare ciò che si ama lascia dietro di sè come una scia

Mi viene spesso in mente il motto:

“Se fai ciò che ami non lavorerai un solo giorno della tua vita” (Confucio)

Beh per me è proprio così, non voglio certo dire che siano sempre rose e fiori, mi piace vivere nella realtà (oltre che sognare nel mondo delle Meraviglie…) però penso che approcciarsi con lo spirito giusto, ed essere propositivi sia fondamentale, sia per il cliente che si sente coinvolto dal nostro entusiasmo, sia per noi stessi che facciamo il nostro lavoro con più piacere e soddisfazione.

Ma tornando all’immagine della scia. Come una barca al suo passaggio muove l’acqua attorno a sè, penso che lavorare con gioia e dedizione porti immancabilmente ad un cambiamento.


A volte è piccolo, a volte è grande, ma c’è.


Amavo il mio lavoro anche quando ero dipendente, ma aprendo la mia partita iva mi sono trovata ad affrontare e gestire situazioni nuove, come il contatto diretto con il cliente. Prima non mi capitava spesso, e comunque era sempre veicolato da un tramite più o meno diretto. Ora non è più così.

Da sempre mi descrivo come una persona riservata, allegra, sorridente e cordiale, il rispetto e la gentilezza prima di tutto sempre!.


Amo avere i miei spazi, i miei silenzi e la solitudine dei miei pensieri…
Nel mio mondo ci sono poche, pochissime persone scelte con molta cura.


Diventare freelance mi ha portata a dover parlare spesso con i clienti, imparare a gestire le situazioni, e, cosa che ancora mi risulta faticosa, partecipare a video call…

Come provo a fare in ogni circostanza ho cercato di affrontare la gestione del cliente in modo propositivo, facendo leva sul mio modo di essere, e mettendo in pratica quello che è diventato per me il mio secondo motto: fare ogni lavoro come se fosse mio e lo facessi per me stessa.

Vivere in questo modo la quotidianità lavorativa crea un’altra scia… cercare di fare il mio meglio, essere disponibile e soprattutto mettermi nei panni del cliente mi aiuta e mi sprona, e penso che sia percepito da chi sta dall’altra parte.

Spero per il mio futuro di crescere in questo senso, imparando sempre di più ad approcciarmi nel modo giusto con il cliente, mantenendo sempre fede ai miei princìpi, crescendo professionalmente e mettendomi sempre più in gioco 🙂

E tu ami il tuo lavoro come me?

Questo è il mio approccio.
Se vuoi propormi un progetto o vuoi fare una chiacchierata con me…